Il Consorzio di tutela della DOC Prosecco, al fine di tener conto del trend di crescita della domanda di prodotto, ha definito un programma di misure urgenti per la stabilità della denominazione - previa valutazione consistenti in:

  1. un incremento del potenziale della varietà Glera idoneo alla produzione dei vini della DOC "Prosecco" per una superficie totale di 3.000 ettari;
  2. l'utilizzo straordinario,  ai fini sempre della produzione della DOC Prosecco, delle uve di Glera provenienti dai vigneti attualmente sottoposti a "blocco di rivendica", raccolte nella vendemmia 2016 in attesa dell'entrata in produzione delle nuove  superfici.

prosecco

Riguardo i provvedimenti emanati per l'adeguamento del potenziale atto alla rivendicazione alla DOC "Prosecco" di uve Glera, ossia le deliberazioni n. 516/2015 e n. 990/2016, si sono riscontrate, nel corso della loro applicazione alcune circostanze, non prevedibili che necessitano d'apportare una modifica alle stesse.

Il Consorzio di tutela ha comunicato l'accoglimento della richiesta di modifica dell'iscrizione primaria per talune superfici piantate a Glera nell'area della DOC "Colli Euganei" che, seppure atte alla produzione della tipologia Serprino, erano storicamente destinate alla produzione della DOC "Prosecco". Di conseguenza, dette superfici sono rientrate di fatto nel potenziale stabilito dalle deliberazioni nn. 1155 e 1156 del 2011 e, pertanto, i loro conduttori possono beneficiare degli effetti di cui alla deliberazione n. 516/2015, relativa all'adeguamento del potenziale produttivo della DOC "Prosecco". Trattandosi di possibilità concretizzatasi ad un anno dalla data originaria della deliberazione n. 516/2015, è opportuno, ai fini di  garantire parità di condizioni, differire, per tali soggetti, i termini di chiusura dei relativi lavori al 31 luglio 2017 e l'aggiornamento allo schedario viticolo veneto al 12 agosto 2017.

E' stata evidenziata una maggiore complessità rispetto agli elementi emersi nelle riunioni di coordinamento con la filiera vitivinicola regionale riguardanti l'argomento e tenutesi negli scorsi mesi, derivata sia da condizioni tecniche – difficoltà del sistema vivaistico nel fornire le barbatelle.

Pertanto al fine di prevenire ogni possibile situazione di criticità ed assicurare agli utenti risposte certe ed in tempi determinati, sono stati rivisti i tempi  definiti dalla deliberazioni nn. 516/2015 e 990/2016, così come evidenziato di seguito: deliberazione n. 516/2015 punto 4 lettera c): è stata fissata quale data ultima per procedere all'aggiornamento dello Schedario viticolo veneto il 15 settembre 2016, anziché il 12 agosto 2016; deliberazione n. 990/2016: i termini di presentazione delle domande per un periodo di 15 giorni, dal 16 settembre al 30 settembre 2016.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information