Etichetta nutrizionale “a batteria” per salvaguardare il Made in Italy