Il nome Prosek è un’evocazione truffaldina della nostra DOC. L’UE non lo deve ammettere